audiTele e voti contro

Alla presenza di broadcaster, produttori e sceneggiatori,

mi siedo in terza fila con la chiara e unica intenzione di trovare marito

(come consigliava il nostro presidente dello sconsiglio).

Poi la provocazione è troppa e,

tra Giorgio Gori che dice: l’audiTele dice che i serial (e Lost) non sono un successo.

tra Alessandro Ippolito che dice: avete il potere: date il voto contro a ciò che non vi piace spegnendo la tv.

io domando loro: ma se il voto noi lo si dà, poi chi lo conteggia? certo non l’audiTele!

Gori risponde: esistono sicuramente altri sistemi, monitorare le risposte del pubblico sul web ad esempio: ma la nostra tivì sull’auditel è fondata, e i cambiamenti sono processi lenti.

ah bhe: si potrebbe però cominciare a non affermare che le serie USA non sono un successo perchè lo dice l’audiTele.

[cronaca dal “Telefilm Workshop. Riflessioni su uno dei generi che dominano i palinsesti televisivi negli ultimi anni”, 8 maggio 2008. In Telefilm Festival, 7-11 maggio 2008, Milano:Apollo spazioCinema]

1 thought on “audiTele e voti contro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *